Biofeedback per i Disturbi d'Ansia

Riferimenti Scientifici e Bibliografia


 

 Altri Studi

Bhat P. (2010). Efficacy of Alfa EEG wave biofeedback in the management of anxiety. Industrial Psychiatry Journal19(2), 111–114. Anche questo gruppo di ricerca ha dimostrato che il biofeedback ha la stessa efficacia degli psicofarmaci nel trattamento dell'ansia in 100 pazienti con diagnosi psichiatrica di ansia, quest'ultima misurata con la Hamilton Anxiety Scale e la Taylor's Manifest Anxiety Scale.

Fehring, R.J. (1983). Effects of biofeedback-aided relaxation on the psychological stress symptoms of college students. Nursing Research, 32(6), 362-6. Ha trovato che l'aggiunta del GSR biofeedback ad un tipo di tecnica di rilassamento riduce i sintomi di ansia più che il rilassamento da solo.

Gevirtz, R. N. (2000). Resonant frequency training to restore homeostasis for treatment of psychophysiological disorders. Biofeedback, 27, 7-9.

Gevirtz, Richard N. and Schwartz (2003). The Respiratory System in Applied Psychophysiology. In Schwartz, Mark S. and Andrasik, Frank  (Eds.), Biofeedback a Practitioner’s Guide, (3rd Ed.,pp. 245-250). New York, NY: Guilford Press.

Moore, N. C. (2000). A review of EEG biofeedback treatment of anxiety disorders. Clinical EEG (electroencephalography), 31(1), 1.

Reiner, Robert. (2008). Patients with Anxiety Disorders: Results of a Pilot Study. Applied Psychophysiology and Biofeedback, 33 (1), 55-61.

Sarkar, P., Rathee, S. P., & Neera, N. (1999). Comparative efficacy of pharmacotherapy and bio-feedback among cases of generalised anxiety disorder. Journal of Projective Psychology & Mental Health, 6(1), 69-77. Hanno dimostrato che nei pazienti con disturbo d'ansia generalizzata la farmacoterapia e il biofeedback hanno effetti simili sulla riduzione dei sintomi.

Tabachnick, Lexie. Biofeedback and Anxiety Disorders: A Critical Review of EMG, EEG, and HRV Feedback. CONCEPT, [S.l.], v. 38, apr. 2015. Available at: <https://concept.journals.villanova.edu/article/view/1831/1754>.

Thurber, Myron Ross (2006) Effects of Heart Rate Variability Biofeedback Training and Emotional Regulation on Music Performance Anxiety. Unpublished doctoral dissertation, University of North Texas.

Vanathy, Sharma, e Kumar (1998), applicando l’EEG biofeedback (neurofeedback) al disturbo d'ansia generalizzata, hanno confrontato l’incremento delle onde alfa con l’incremento delle onde theta. Le due procedure sono risultate entrambe efficaci nel ridurre i sintomi.

Wenck, Leu e D'Amato (1996) hanno sottoposto 150 persone classificate al settimo e ottavo grado dello STAI (ossia con alti livelli d'ansia di stato e di tratto) a 2 differenti protocolli di biofeedback: l'EMG biofeedback  e il biofeedback della temperatura. Hanno trovato una riduzione significativa sia dell’ansia di stato che di tratto.

Yucca e Gilbert (2004) riferiscono che "studi randomizzati e ben controllati hanno dimostrato che il biofeedback è superiore ad altri metodi di rilassamento e di auto-controllo nel ridurre l'ansia".

Zucker, T.L., Samuelson, K.W., Muench, F., Greenberg, M.A. and Gevirtz, R.N. (2009). The Effects of Respiratory Sinus Arrhythmia Biofeedback on Heart Rate Variability and Posttraumatic Stress Disorder Symptoms: A Pilot Study. Applied Psychophysiology and Biofeedback, 34 (2), 135-43.

Commenti   

0 # Marta S. 2017-05-19 13:02
Non pensavo che fossero così tanti. Posso mettere il link a questa pagina sul mio blog sull'ansia?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
0 # Dr. Penzo 2017-06-15 17:24
Siamo spiacenti, non è possibile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Scrivendo il tuo commento dichiari di accettare i Termini e le Condizioni per l'uso di questo servizio.

Se non sei registrato su questo sito devi compilare i campi richiesti. Se sei registrato effettua il login e posta direttamente il tuo commento.


Codice di sicurezza
Aggiorna